Stagno Ziu Paulu

Ingrandisci mappa

Tanca Manna - 07021 - Arzachena

L’area prende il nome dal vecchio proprietario. Si trova in località Isuledda-Tanca Manna. Ha un’estensione totale di 4 ettari. E’ delimitato da due tomboli di sabbia granitica che collegano assieme a due brevi lingue di terra centrali di origine artificiale, un isolotto granitico alla terraferma. I tomboli e le lingue di terra suddividono l’area umida in esame in tre diversi biotopi: a nord, una piccola laguna salmastra retrodunale, senza alcun accesso al mare e di forma circolare, che riceve apporti d’acqua dolce da un piccolo rivolo a monte (nord), mentre l’apporto di acque salate è garantita da infiltrazioni del sottosuolo adiacenti alla spiaggia. La profondità media delle acque è di 50 cm. Al centro, uno stagnetto d’acqua dolce di circa 2,5 ettari di estensione. Di forma sub-rettangolare, presenta una profondità media di circa 30 cm. Riceve apporti d’acqua dolce grazie ad un ponticello costruito sulla lingua centrale di terra artificiale che conduce alla reception del camping Isuledda, sotto il quale scorrono le acque provenienti da un braccio del Rio Mannu. A sud, la foce del Rio Mannu, che insiste lungo il tombolo a sud dell’isola. Caratterizzato da slarghi e meandri ove il regime idrico è molto variabile, in relazione all’apertura della foce in seguito a apporti meteorici. La vegetazione prevalente è costituita da Typha, Phragmites, Juncus, scirpus, Cyperus, Polygonum, Paspalum ( Gramineae),e altro ( Tamarix africana, Juniperus phoenicea, Pistacia lentiscus, Olea oleaster. Phillirea ssp, Cistus monspeliensis, calicotome sp.genista corsica. Vi nidificano diverse specie di uccelli, fra i quali Il raro pollo sultano, la folaga, la gallinella d’acqua, il porciglione, il tuffetto, il germano reale. Interessanti le specie di passo, fra le quali spiccano il voltolino, il fenicottero rosa, l’airone rosso, il gabbianello, il gabbiano roseo e il gabbiano corso, il mignattino alibianche e il mignattino piombato, la sterna comune e il beccapesci, oltre a tutte le specie di anatidi: moriglione, alzavola, fischione, marzaiola, moretta, mestolone, canapiglia: e molti limicoli, quali la beccaccia di mare,il cavaliere d’Italia, il piro piro culbianco, il piro piro boschereccio. Non è raro vedervi volteggiare il falco di palude, e il raro falco pescatore, l’albanella reale, lo sparviero. Le acque dolci sono frequentate da anfibi come il discoglosso sardo, la raganella tirrenica e il rospo comune, mentre tra i rettili vi si possono annoverare l’Emys orbicularis, il Chalcides ocellatus tiligugu, la Natrix maura, lo Hierophys viridiflavus e la Testudo marginata.
 


VISIT COSTA SMERALDA VIDEO